17 Σεπ 2016

Άρχισαν οι εργασίες στο Chieti της 14ης Ολομέλειας της Διεθνούς Μικτής Επιτροπής Θεολογικού Διαλόγου μεταξύ Ορθοδόξου Εκκλησίας και Παπικών

Αποτέλεσμα εικόνας για Incontro della commissione mista internazionale tra la Chiesa Cattolica e le Chiese Ortodosse
Chieti-Ιταλία 16/09/2016 – Άρχισαν οι εργασίες της 14ης  (XIV) Ολομέλειας της Διεθνούς Μικτής Επιτροπής Θεολογικού Διαλόγου μεταξύ Ορθοδόξου Εκκλησίας και Παπικών και θα διαρκέσουν μέχρι τις 22 Σεπτεμβρίου. Στις εργασίες μετέχουν αντιπροσωπείες Αυτοκεφάλων Ορθοδόξων Εκκλησιών, ενώ Παπική ανακοίνωση αναφέρει ότι δεν έστειλε αντιπροσωπεία το Πατριαρχείο Βουλγαρίας.

Συμπρόεδρος της Επιτροπής από Ορθόδοξης πλευράς είναι ο Αρχιεπίσκοπος Τελμησσού Ιώβ μετά την παραίτηση του Περγάμου Ιωάννη Ζηζιούλα. 
Η ολομέλεια θα εξετάσει ένα σχέδιο εγγράφου με τίτλο «Προς μια κοινή κατανόηση της Συνοδικότητας και Υπεροχής στην υπηρεσία για την Ενότητα της Εκκλησίας».
…………………………………………………………………..
Sessione plenaria per il dialogo teologico tra la Chiesa Cattolica e le Chiese Ortodosse
A Chieti dal 15 AL 22 settembre 2016 LA 14a sessione plenaria della commissione mista internazionale per il dialogo teologico tra la Chiesa Cattolica e le Chiese Ortodosse insieme.
La Commissione Mista Internazionale per il Dialogo teologico tra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa è stata istituita da San Giovanni Paolo II ed il Patriarca Ecumenico Dimitrios I in occasione della visita che il Papa effettuò al Phanar il 30 novembre 1979. La prima sessione plenaria della Commissione si è tenuta nel 1980 nelle isole greche di Patmos e Rodi. D’allora la Commissione ha pubblicato cinque documenti: “Il mistero della chiesa e dell’eucaristia alla luce del mistero della Santa Trinità” (Monaco, Germania, 1982), “Fede, sacramenti e unità della chiesa” (Bari, 1987), “Il sacramento dell’ordine nella struttura sacramentale della chiesa” (Valamo, Finlandia, 1988), “L’uniatismo, metodo di unione del passato, e la ricerca attuale della piena comunione” (Balamand, Libano, 1993), “Le conseguenze ecclesiologiche e canoniche della natura sacramentale della chiesa” (Ravenna, 2007).Dal 15 al 22 settembre 2016 avrà luogo la 14° sessione plenaria della Commissione a Chieti, su invito dell’Arcivescovo Bruno Forte, che è membro della Commissione. È la terza volta che la Commissione si riunisce in Italia dopo le sessioni plenarie di Bari e di Ravenna. La sessione plenaria sarà co-presieduta, da parte cattolica, dal Cardinale Kurt Koch, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, e, da parte ortodossa, dall’Arcivescovo di Telmessos Job Getcha, Rappresentante del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli presso il Consiglio Ecumenico delle Chiese, che è stato recentemente nominato a questo incarico sostituendo il noto teologo Metropolita Ioannis Zizioulas il quale ha rassegnato le dimissioni per motivi di età. La Commissione è composta da due rappresentanti di ognuna delle quattordici Chiese ortodosse autocefale e da un pari numero di membri cattolici. Come è avvenuto nelle ultime sessioni plenarie, il Patriarcato di Bulgaria non ha inviato i suoi rappresentanti.Durante la sessione plenaria di Chieti la Commissione prenderà in esame una bozza di documento, redatta dal Comitato di Coordinamento della Commissione riunitosi a Roma lo scorso settembre. Il documento intende proseguire la riflessione avviata dal Documento di Ravenna delineando alcune caratteristiche condivise da cattolici e da ortodossi di un primato al livello della chiesa universale che sia accettato da tutti come un servizio all’unità della chiesa. Si tratta di un tema che tocca il cuore del contenzioso storico tra cattolici e ortodossi.
………………………………………………………………..
COMMISSIONE MISTA INTERNAZIONALE
Cattolici-Ortodossi: Gennadios di Sassima (Patriarcato Ecumenico), “lavoriamo su primato vescovo Roma per arrivare a testo condiviso”
16 settembre 2016 - agensir.it
“Lavoriamo sul primato del vescovo di Roma per arrivare a un testo condiviso”. Lo ha detto il metropolita Gennadios di Sassima del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli, intervenendo oggi ai lavori della quattordicesima plenaria della Commissione mista internazionale per il dialogo teologico tra la Chiesa Cattolica e le Chiese Ortodosse.  “Dopo quarant’anni di dialogo, siamo nella terza fase – ha spiegato -. Ora lavoriamo su un testo che è stato elaborato nel 2014 in Giordania, ad Amman, da un comitato di lavoro e dalla commissione internazionale sul primato del vescovo di Roma”. Poiché ci sono mille anni di storia della teologia, “è molto difficile lavorare e studiare tutti gli aspetti nel dettaglio e, per questo, la commissione ha il mandato di approfondire gli aspetti che toccano il ruolo del vescovo di Roma. Tutti speriamo che questa riunione a Chieti possa portare ad un testo comune, soprattutto perché da Ravenna non ne abbiamo più elaborati. Speriamo che questa riunione posa essere il momento decisivo per gli anni che verranno. Essere qui è una benedizione di Dio”.

2 σχόλια:

Ανώνυμος είπε...

Χαμενοι στις πλανες τους επι του φιλοπρωτευοντος κριματος του Διοτρεφους.

Ο Κυριος ουδαμου της παραδοσεως των ρηματων του Θεου Πατρος,ειπεν περι υπεροχης εν πρωτειω.

Ουτε επι της Αγιας Τριαδος, ουτε εντος της Εκκλησιας.

Οι υιοι της βροντης, ακουσαν βροντωδη απορριψη του αιτηματος της πρωτοκαθεδριας.

Και ο πρωτος ως διακονος οχι ως εν υπεροχη αυθεντης.

Αντιχριστω φωνη το πρωτειο εν υπεροχη.

Δ.Γ. Θηκαρας

Ανώνυμος είπε...

Η ρίμα εν θείω ρήματι !

Πληροφορίες

Η φωτογραφία μου
Για επικοινωνία : Ηλεκτρονικό ταχυδρομείο: aktinesblogspot@gmail.com